ScarpeDonna.it

Tutto sul magico mondo delle scarpe.

Sogno barocco

Apri la galleria immagini a tutto schermo (ESC per uscire).

Il lusso e l’opulenza dell’epoca barocca non appartengono al passato. Hanno bensì la straordinaria capacità di evolversi e di non passare mai di moda. Poche le maison che resistono al fascino di questo stile senza tempo: lo dimostra il fatto che, all’inizio di ogni stagione, le passerelle più “in” del mondo vengono solcate da splendide modelle vestite d’oro e di lurex, di ricami eccessivi e di tessuti pregiati, nonché di completi dalle stampe retrò e ridondanti, ma comunque ricche di fascino. Quello barocco, insomma, è uno di quegli stili che, in un modo o nell’altro, finiscono sempre con l’influenzare la moda contemporanea. Vale per i capi di abbigliamento ma anche e soprattutto per le calzature, settore che più di tutti sembra risentire della contaminazione del lusso di quella straordinaria epoca storica.

Qualche esempio basterà a confermare la veridicità di questa tesi. Prendiamo, per esempio, il modello Paradis di Lollipops Paris: si tratta di una rivisitazione del classico mocassino, con tanto di tacco a rocchetto. Sono di pelle, con un cinturino di vernice, ma la vera particolarità sta nel ricamo che si ripete lungo tutta la tomaia: la fantasia floreale tono su tono riproduce fedelmente uno dei disegni più emblematici dell’epoca barocca, con l’ovvia conseguenza che questo modello rende perfettamente l’idea dell’atmosfera e dell’opulenza di quel periodo. Non provate assolutamente a indossare le Paradis con un paio di jeans, altrimenti rischiereste di rovinare la “poesia”: per valorizzarle è obbligatorio ricreare un look severo, quasi austero. Androgino, se volete. Via libera, dunque, al tailleur pantalone, che meglio di qualunque altri completo si abbina a queste meravigliose scarpe dal sapore così deliziosamente retrò.

Quanto alle calzature per il tempo libero, scegliete qualcosa come le stringate 380 gr di Gram: sono basse ma elegantissime, in virtù degli inserti dorati inseriti nella parte della tomaia che circonda i lacci. Per un look un po’ bohemien, indossatele con un paio di pantaloni modello Capri e per una blusa morbida e a tinta unita. Cercate qualcosa di meno vistoso per la gran soirée? Allora le Pandora di Miss L Fire potrebbero andare benissimo per voi: sono ovviamente di ispirazione barocca, ma molto più sobrie dei modelli precedenti. Tacco a rocchetto e cinturino alla caviglia, sono scamosciate e hanno anche un nastrino sulla punta: il dettaglio barocco sta nel plateau e nel tacco, lungo i quali si ripete la fantasia vagamente floreale e luccicante emblematica di quell’epoca storica. In tal caso, avendo a che fare con una scarpa sofisticata, spazio agli outfit sexy e iperfemminili: sfoggiate un tubino, una gonna al ginocchio o un meraviglioso abito a clessidra, e starete d’incanto.

Panna e argento si fondono invece nel Decolleté di Buffalo, ideali per una serata importante, oppure da sdrammatizzare con un paio di jeans risvoltati alla caviglia e un pull color crema dalle forme morbide. Velluto bordeaux e pizzo naturale per Salvatore Ferragamo che si ispira all’epoca vittoriana per i suoi sandali con stringhe, fiocchetti e tacco stile Luigi XV. Stesso stile anche per la collezione di Dolce&Gabbana, che ha rubato i putti dorati che svolazzano nelle ville di Palermo, cornici, statue e stucchi dorati dai palazzi siciliani per realizzare dei capi per catapultarvi sul set rivisitato de Il gattopardo.

0

Lascia un Commento

La tua email non verrà pubblicata.