ScarpeDonna.it

Tutto sul magico mondo delle scarpe.

Scarpe o sculture le creazioni di Safa Sahin?

Apri la galleria immagini a tutto schermo (ESC per uscire).

Si è ufficialmente conclusa l’era di sandali, scarpe con la zeppa e decolleté classiche. O, per lo meno, è questa la conclusione che inevitabilmente si trae nel momento in cui si dà un’occhiata alla stravagante collezione di calzature firmata Safa Sahin. Dire che le sue creazioni siano strane è comunque un eufemismo, visto che questa designer originaria della Turchia sembra avere tutta un’altra visione del tradizionale concetto di scarpa. La sua ultima collezione ne è la prova, ricca com’è di decolleté rivisitate, di tacchi scultura sui quali forse neanche Victoria Beckham riuscirebbe a stare in piedi, e di sandali dalle forme bizzarre che sembrano addirittura sfidare la forza di gravità. Certo non si può dire che le sue creazioni non siano originali, ma neanche che siano portabilissime. Quel che è certo, però, è che le fashion victim se ne innamoreranno fino a non poterne più fare a meno.

Tra i modelli più folli della collezione 2014 firmata Safa Sahin vale la pena citare, tanto per cominciare, un paio di decolleté che paiono ricoperte di cioccolato: scenografica la ciliegina applicata sulla punta, ma ancor più spettacolare è senza ombra di dubbio il tacco, del tutto trasparente, che ricorda un manubrio. Si tratta di scarpe da usare in maniera parsimoniosa, essendo tanto eccessive e vistose, per cui indossatele solo ed esclusivamente con un abito a tinta unita e che sia lungo almeno fino al ginocchio. Solo così, infatti, eviterete di attirare ulteriormente l’attenzione. Decisamente anti-convenzionali sono poi i sabot di punta della collezione firmata Safa Sahin, il cui design sembra liberamente ispirato alla superficie ruvida e spigolosa di una roccia. A lasciare senza parole, ancor più della forma stravagante di queste scarpe, è sicuramente il tacco, così sottile e irregolare da sembrare quasi surreale. A questo modello, anch’esso da sfoggiare solo in certe occasioni, potreste abbinare lo skinny nero, in maniera tale da smorzare l’effetto scenografico del sabot.

Se cercate qualcosa di più normale potreste invece optare per delle decolleté rosa dal design astratto. La tomaia è lucidissima, e fa risaltare ancor più la lavorazione della scarpa. Splendide, e di certo più portabili dei modelli precedenti, indossatele con un abito di seta, azzurro come il dettaglio posto sulla punta.
Ve la sentite di sfidare la gravità? Allora date un’occhiata a quello che è in assoluto il modello più originale della collezione, un paio di sandali dal plateau futuristico del tutto prive di tacco. Dire che siano strepitose sarebbe riduttivo, perché la verità è che sono assolutamente uniche nel loro genere. Da portare, rigorosamente, con un abito corto, in maniera tale da non eclissarne il fenomenale design. Fantastici sono, infine, gli stivaletti dal sapore rock impreziositi da un tacco scultura trasparente e da una farfalla che pare adagiata sul lato della scarpa. Stavolta, optate per i jeans strappati e per il chiodo nero di pelle.

0

Lascia un Commento

La tua email non verrà pubblicata.