ScarpeDonna.it

Tutto sul magico mondo delle scarpe.

O’Jour: la rivoluzione cammina su scarpe comode

Apri la galleria immagini a tutto schermo (ESC per uscire).

Diciamocelo: salvo qualche rara eccezione, ogni donna è tentata dal levarsi le scarpe col tacco alto appena pochi minuti dopo averle indossate. Saranno pure belle da vedere, certo, ma sulla comodità della maggior parte di esse, ahinoi, ci sarebbero da scrivere libri e libri. Da quando c’è il marchio O Jour, però, l’importanza del comfort è stata, finalmente, rivalutata. La stilista Giorgia Caovilla, infatti, sembra aver finalmente intuito quello che ai più è sinora sfuggito: e cioè che non sempre il design può prevalere sulla comodità di una scarpa. Ma che, piuttosto, le due cose possono essere conciliate per ottenere un risultato senza precedenti.

I modelli ideati da questa geniale designer, infatti, sono la sintesi perfetta di tutte quelle caratteristiche che, al giorno d’oggi, non possono e non devono mancare nelle calzature: lo stile, la cura dei dettagli e, soprattutto, la praticità. Senza che i tacchi superino mai i sette centimetri d’altezza. E’ questo il limite fissato da Giorgia Caovilla: superarlo significherebbe, inevitabilmente, rinunciare al comfort. Non a caso, infatti, il segreto del successo di tutte le collezioni firmate O Jour sta proprio nel tacco medio, protagonista della maggior parte dei modelli proposti dal brand. Modelli che, peraltro, come avrete modo di vedere, non hanno nulla da invidiare a quelli con il tacco alto il doppio.

E allora, a questo punto, perché soffrire inutilmente? Passiamo, ora, a qualche esempio pratico: vi basterà dare un’occhiata ai bellissimi sandali in tessuto rosso fiammante per capire che le scarpe “comode” non hanno proprio nulla da invidiare a quelle vertiginosamente alte: vi slanceranno regalandovi qualche centimetro in più, che non guasta mai, pur senza farvi venire la voglia di sfilarle e di rimanere scalze. Sia il colore che il design le rendono perfette per una serata che richiede un dress code elegante: quindi, indossatele con un abito lungo e nero impreziosito da una cintura di nappa rossa da legare a fiocco, cosicché possa richiamare il dettaglio laterale della scarpa. Tacco 7 e stile bon ton, invece, per gli ankle boot bicolor in nappa e camoscio: sfoggiateli all’interno di un total look black and white, con longuette e blazer oppure con pantalone nero e blusa bianca, lunga e morbida.

Il trend delle trasparenze vi fa gola? Allora i sandali con la fascia in reticella trasparente, potrebbero fare al caso vostro. Il cinturino elasticizzato posto sul retro vi regalerà una maggiore stabilità, perciò indossatele pure ad un party, con un abito svasato e scollato sul davanti, e scatenatevi senza temere che possano farvi male. Ma nella collezione O Jour non ci sono solo scarpe col tacco: abbondano, bensì, anche i modelli flat. Ad alto concentrato di stile, ovviamente. Cuissardes così, per esempio, sono assolutamente irresistibili, oltre che molto, molto, sexy: geniale la scelta di accostare il colore dominante, il blu, ai dettagli color melanzana, tant’è che il contrasto tra le due nuances è veramente interessante. Quel che ci vuole, a livello di abbinamento, è una minigonna blu, semplice, insieme a un paio di collant lavorati.

0

Lascia un Commento

La tua email non verrà pubblicata.