ScarpeDonna.it

Tutto sul magico mondo delle scarpe.

Allacciate le stringhe!

Apri la galleria immagini a tutto schermo (ESC per uscire).

Le scarpe stringate sono diventate, in breve tempo, un vero e proprio must have: hanno iniziato a spopolare in occasione dello scorso autunno, ma sono piaciute così tanto che le grandi aziende produttrici di calzature hanno deciso di “riconfermarle” anche nelle collezioni della bella stagione. Quindi, la buona notizia è che potremo continuare a sfoggiarle anche in primavera e, perché no, in estate. Il bello di queste scarpe, tra l’altro, è che sono piuttosto versatili: sono casual, poiché flat, eppure sono a loro modo deliziosamente chic. L’ideale, quindi, per un look sbarazzino e un po’ androgino ma, comunque, assolutamente stiloso e modaiolo.

Tra i modelli più interessanti delle nuove collezioni spiccano, sicuramente, le stringate in nappa di Tabitha Simmons: veramente adorabile il contrasto balck/white, e che le rende perfette in abbinamento a uno skinny nero e ad una t-shirt stampata, con una cascata di bijoux gold dall’animo un po’ rock. Romantiche e molto femminili sono, invece, le stringate rosa che fanno parte del catalogo Bata: la pelle lucida dà loro un tocco di eleganza in più, ragion per cui potreste indossarle con un abitino a stampa floreale oppure con una gonna a ruota a vita alta e una camicia di chiffon. E’ in morbido nabuk la oxford bianca proposta da Stefanel, un modello ‘sempreverde’ che non vi stancherà mai!

Dopodichè tocca al marchio Fratelli Rossetti, che sembra avere una predilezione per questo tipo di scarpa: il modello Milano sembra davvero preso in prestito dal guardaroba di lui, salvo quelle applicazioni di metallo, su fianco e punta, che stravolgono l’effetto finale, rendendole le scarpe molto femminili e raffinate. Indossatele, quindi, con un pantalone Capri e con una morbida blusa nella stessa tonalità di grigio. Originalissima, poi, la proposta di Marni: queste stringate di pelle, color rosso borgogna, sono ulteriormente impreziosite da alcune frange bianche, all’occorrenza removibili. Provate ad abbinarle ad un abito casual, a mezze maniche, e a degli accessori bianchi. Altrettanto belle, quanto giovanili, le scarpe bicolor di Dr Martens, che giocano con quello che è il trend più in voga dell’ultimo periodo, ovvero i pois: stavolta, osate con dei leggings bianchi e con una maxi t-shirt nera, per ricreare lo stesso contrasto. Si ispirano alla tradizione nella forma, ma la stravolgono nella fantasia e nei colori le stringate di Swear Charlotte, che riprendono motivi naturalistici dai colori sgargianti.

Hanno un aspetto retrò le francesine in pellame tamponato a mano di Pianeta Shoes, disponibile in colori sgargianti come il giallo e il verde mela. Meno easy, e adattissime ad un look più sofisticato, le stringate firmate Geox in nappa ad effetto lucido, con la tomaia arricchita dalle cosiddette forature “a coda di rondine”: indossandole con un abito a trapezio, otterrete un outfit davvero bon ton. Perfette per la sera sono anche le Inspector di Stuart Weitzman, in una splendida tonalità di rame: staranno d’incanto con un look sui toni del nude, in particolar modo se avrete la pelle già un po’ abbronzata. Sono frizzanti e un po’ retrò, assolutamente deliziose per la bella stagione, le stringate di Christian Louboutin, blu con i profili e le applicazioni bianche: da indossare, rigorosamente, con degli shorts in denim e con una canotta bianca.

Stringate… ma senza stringhe le scarpe proposte da Viamaestra, in una tonalità neutra e facile da portare! Degne di nota anche quelle di Clarks, che propone un modello leggermente zeppato, con la tomaia silver ad effetto glitterato: in questo caso, uno skinny nero e un blazer dal taglio maschile sono d’obbligo per valorizzare delle calzature così ricercate.E’ uno stile british, infine, quello che rende tanto uniche le stringate azzurre di Tod’s, che potrebbero essere abbinate a una salopette in denim, considerato che questo capo dal fascino intramontabile è appena tornato di moda.

0

Lascia un Commento

La tua email non verrà pubblicata.